Direzione regionale Molise

In distribuzione la nuova guida dell’Agenzia delle Entrate sulle locazioni

COMUNICATO STAMPA


Il quarto numero 2007 del periodico bimestrale l’Agenzia informa si occupa della registrazione dei contratti di locazione, illustrandone in modo semplice e completo tutti gli adempimenti e le agevolazioni che spettano sia ai proprietari che agli inquilini. La guida, gratuita come le altre pubblicate dall’Agenzia, è disponibile presso tutti gli uffici locali del Molise (Campobasso, Isernia, Termoli e Larino) e presso la sede della Direzione Regionale a Campobasso.


Anche l’affitto può viaggiare online - La pubblicazione spiega innanzitutto come registrare il contratto di locazione, adempimento che può essere assolto, oltre che con la modalità tradizionale di consegna allo sportello di un ufficio locale, utilizzando la più comoda procedura telematica, che consente di:

  • creare e stampare il testo del contratto, utilizzando modelli adattabili alle proprie esigenze, e calcolare senza errori le imposte dovute;
  • registrare l’atto con la trasmissione telematica del file e pagare in totale sicurezza le imposte dovute, senza spostarsi da casa;
  • provvedere, sempre online, a pagare le imposte per le annualità di affitto successive alla prima, per le risoluzioni, le proroghe e le cessioni dei contratti in essere.

Le agevolazioni fiscali - Particolare attenzione è riservata ai vantaggi per gli inquilini di alcune categorie, ad esempio studenti fuori sede e lavoratori dipendenti in possesso di certi requisiti, oppure in presenza di determinate tipologie di contratto nei comuni ad alta densità abitativa; in questo caso ci sono vantaggi fiscali anche per i proprietari.


Si va dalla detrazione d’imposta di 495,80 euro, che spetta all’inquilino con reddito al di sotto dei 15.493,71 euro, a quella di 247,90 euro se il reddito supera i 15.493,71 euro ma non oltrepassa i 30.987,41 euro, purché l’immobile costituisca abitazione principale e sia stato affittato a canone concordato.
C’è poi la detrazione Irpef di cui può beneficiare il lavoratore dipendente, per un periodo non superiore a tre anni, che stipula qualsiasi contratto di locazione, sempre di abitazione principale, a seguito di trasferimento della propria residenza nel Comune di lavoro, o in uno di quelli limitrofi. Anche in questo caso, la detrazione sarà di 991,60 o di 495,80 euro purché il reddito complessivo dell’inquilino non superi, rispettivamente, i 15.493,71 oppure i 30.987,41 euro.


Lo studente fuori sede, infine, o il familiare cui risulta a carico, può detrarre dall’Irpef il 19 per cento del canone pagato per la locazione, su un importo massimo di 2.633 euro relativo al contratto di locazione di un’abitazione situata nel comune in cui si trova l’università o anche in comuni limitrofi, purché distante almeno 100 km dal comune di residenza ed ubicato in una provincia diversa. Il contratto stipulato deve essere del tipo “a canone convenzionale”, ai sensi della legge 9 dicembre 1998, n.431.
Tutte queste agevolazioni hanno come presupposto la registrazione del contratto a norma di legge. La guida dà utili consigli anche sulle cose da fare in caso di mancata o errata registrazione.
La nuova guida “Registrare il contratto di locazione: facile e conveniente” è disponibile anche in formato pdf sul sito web dell’Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it , all’interno della sezione “Documentazione”, oppure ne La biblioteca di Fisco Oggi, all’indirizzo www.fiscooggi.it .

Campobasso, 19 ottobre 2007

File pdfIl comunicato in versione stampabile (24.38 KB)